Il termine Costa Smeralda (zona conosciuta come Monti di  Mola) indica un tratto costiero della Gallura nella provincia di Olbia-Tempio  in Sardegna che lungo la costa partendo da Golfo Aranci raggiunge, attraverso  Porto Cervo, le zone di villeggiatura di Baja Sardinia, Cannigione  e San Pantaleo.

La regione turistica compresa nel territorio comunale di  Arzachena e di Olbia, copre un tratto costiero di circa 20 km circa.

Nel 1962 nacque il Consorzio Costa Smeralda, per volere  del principe ismaelita Karim Aga Khan. La zona, sino allora pressoche’ deserta,  ricevette un cambiamento notevole ed un impulso progressivo nell’industria  vacanziera della Sardegna, trasformandola in un’importante e rinomata zona di  villeggiatura con ottimi servizi di ricezione e di intrattenimento con locali  notturni più alla moda e ristoranti prestigiosi dove c’e’ l’alternarsi continuo  di appuntamenti con il jetset internazionale, avvenimenti sportivi e feste.

Il cuore della Costa Smeralda è Porto Cervo, frazione del  comune di Arzachena, in provincia di Olbia. Porto Cervo, rinomato luogo di  villeggiatura, è edificato attorno al porto naturale. La zona prettamente  turistica offre tutti i servizi necessari per chi desidera una vacanza  speciale.

Molte sono le zone residenziali che si snodano intorno a  Porto Cervo, come Romazzino, Cala di Volpe, Piccolo Pevero, Pevero Golf,  Pantogia e Liscia di Vacca, per raggiungere le vicine ridenti cittadine di  Cannigione, Baja Sardinia, San Pantaleo, Porto Rotondo, Golfo Aranci.

La costa presenta molte insenature,  piccole spiagge sabbiose, promontori e molte  isole, come L’isola dei Cappuccini di quasi 3000 mq situato a circa 500 metri a  nord-ovest della penisola della Costa Smeralda, Cala Bisce, nella costa  nord-orientale della Sardegna, situata a sud di Caprera, fa parte del parco Internazionale delle Bocche di Bonifacio e dista pochi chilometri da Porto  Cervo. Sull’isola si trovano molti uccelli marini